PostHeaderIcon Tre voci come mille

 

Tre voci come mille

Concerto per violino, violoncello e pianoforte con Aylen Pritchin, Charles-Antoine Archambault e Francesco Libetta

Giovedì 15 settembre 2022 alle ore 19.30 nell'Auditorium della Fondazione Paolo Grassi in programma un nuovo appuntamento della rassegna concertistica organizzata dal Centro Artistico Musicale "Paolo Grassi" in collaborazione con la Fondazione Paolo Grassi. Protagonisti del concerto "Tre voci come mille" saranno tre artisti di fama internazionale: il violinista Aylen Pritchin, il violoncellista Charles-Antoine Archambault e il pianista Francesco Libetta, che eseguiranno due celebri Trii di Wolfgang Amadeus Mozart e Franz Schubert.



Ingresso a pagamento. Biglietto € 5,00 acquistabile su VivaTicket (link in fondo alla pagina)



AYLEN PRITCHIN, violino
Aylen Pritchin è uno dei violinisti russi più interessanti e versatili della sua generazione. Come ha affermato Bruno Monsaingeon, questo giovane artista “ha indubbiamente qualcosa di speciale da dire ed è dotato di una eccezionale cultura musicale”.
Impegnato in un’intensa attività artistica da solista in orchestra e in concerti di musica da camera. Tra i tanti impegni possiamo citare l’esecuzione del Concerto per violino n.1 di Prokofiev con Teodor Currentzis a Mosca (Russia) e del Quintetto per archi di Schubert con David Geringas, a Rellingen (Germania). Aylen Pritchin ha inoltre partecipato come solista ospite all’esecuzione del Concerto in Sol minore di Bruch a Durango (Messico) e fatto il suo debutto nell’Orchestra Filarmonica Nazionale Russa di Mosca e in quella del Teatro Mariinsky di San Pietroburgo. 
Negli ultimi anni Alyen Pritchin si è esibito anche con la MusicAeterna Orchstra, con l’Orchestra Nazionale di Lille, con l’Orchestra Nazionale del Tartstan, con l’Orchestra “I Pomeriggi Musicali”, con l’Orchestra Filarmonica di Mosca e con la Filarmonica Accademica di San Pietroburgo. Tra i direttori d’orchestra che lo hanno diretto possiamo citare Yuri Simonov, Alexander Sladkovsky e Maxim Emelyanychev.
Nato a San Pietroburgo, Pritchin ha compiuto i suoi studi musicali nella propria città natale sotto la guida di Elena Zaitseva e in seguito, sotto la guida di Eduard Grach, presso il Conservatorio Tchaikovsky di Mosca. Nel 2014 ha vinto il primo premio della Thibaud Competition, mentre già negli anni precedenti aveva ricevuto premi in importanti concorsi per violino quali il Wieniawski e il Kreisler.
Nel Dicembre del 2017 l’etichetta russa “Melodya” ha pubblicato il suo terzo album, registrato insieme a Yuri Favorin, e dedicato alle opere per violino e pianoforte di Prokofiev. Ha inoltre registrato altri due album, uno di musica russa per violino (Tchaikovsky, Stravinsky, Desyatnikov) e uno di opere per pianoforte in collaborazione con Lukas Geniusas e Alexander Buzlov.
Grazie al suo grande interesse per le composizioni meno note, l’ampio repertorio di Aylen Pritchin include opere quali i concerti per violino di Schnittke e Martinu e le sonate per violino di Antheil e Feinberg. Nel 2017, il musicista ha partecipato alla prima mondiale delle composizioni di Klaus Lang, Arman Gushchyan e Sergey Akhunov.
Oltre all’attività concertistica, Aylen Pritchin è regolarmente invitato a tenere masterclass presso la Nagold Summer Music Academy (Gemania) e la Fondazione Paolo Grassi di Martina Franca.


CHARLES-ANTOINE ARCHAMBAULT, violoncello
Charles-Antoine Archambault (classe 1986) ha iniziato lo studio del violoncello all’età di cinque anni ed è diventato uno studente junior al Conservatoire National de Région de Paris nel 1999. Successivamente si è trasferito all'Università statale di musica e arti dello spettacolo di Stoccarda sotto la guida del Prof. Jean-Guihen Queyras e all'Accademia di musica di Lubecca sotto la guida del Prof. Troels Svane, nonché a Basilea per un corso supplementare di violoncello barocco con il Prof. Christophe Coin. Si è perfezionato inoltre con i maestri Antonio Meneses, Jens-Peter Maintz, Wolfgang-Emanuel Schmidt e Gary Hoffmann.
Il giovane musicista ha vinto numerosi premi in concorsi nazionali e internazionali, come al Concorso U.F.A.M. di Parigi e al Concorso Internazionale J&A Beare Solo Bach di Londra. Nel 2013 ha vinto il primo premio all'importante concorso per violoncello “Ton und Sicherheit – Mediation of Works in Music and Word”.
Charles-Antoine Archambault si è esibito come solista con la Radio Philharmonic della NDR Hannover, la BR Radio Orchestra e la Janacek Philharmonic Orchestra. È stato ospitato allo Schleswig-Holstein Music Festival, alla Primavera di Heidelberg, alla Primavera di Praga e al Festival delle Nazioni.
Il suo primo album “Le corps des Cordes” è stato pubblicato nel marzo 2015 dall'etichetta Oehms-Classics. Registrato dalla NDR Hannover, il CD unisce composizioni di Diego Ortiz, Isabel Mundry, Johann Sebastian Bach e Francis Poulenc.
Charles-Antoine Archambault è stato primo violoncello solista della German Radio Orchestra WDR Cologne dal 2015 al 2017 e dell'Ulster Orchestra dal 2019 al 2021. Collabora come solista con molte orchestre europee, inclusa la London Symphony Orchestra , la Hamburg Opera House Orchestra, la NDR Radiophilharmonie Hannover, l'Orchestre National de Belgique, la City of Birmingham Symphony Orchestra, la Deutsche Kammerphilharmonie Brêmen, la Brêmer Philharmoniker, la Hamburger Symfoniker, ecc. Attualmente è primo violoncello dell'Orquestra Símfònica de Barcelona e Nacional de Catalunya OBC.
Come musicista da camera, il violoncellista francese ha collaborato con Paul Meyer, Eric le Sage, Jean-Guihen Queyras (Quatuor Arcanto), Heime Müller (Artemis Quartett), Sabine Meyer, Kirill Gerstein, Igor Levit, Veronika Eberle, Torleif Thedéen, Solenne Paidassi, Marc Bouchkov, Peter Buck (Melos Quartett), il Voglerquartett, il Quatuor Ysäye. Collabora regolarmente con Martin Klett, con il quale ha fondato il Duo Ballabile, Sebastian Manz, Paolo Mendes, Jürgen Franz e Roland Gassl (Mandelring Quartett).
Archambault insegna con successo da diversi anni. Durante il suo Master in Pedagogia presso la Musikhochschule Lübeck, è stato promosso Assistente di Holger Best e del Prof. Troels Svane. Nei due anni successivi ha assistito anche il Prof. Jean-Guihen Queyras a Friburgo in Brisgovia. Dal 2020 collabora regolarmente con la Royal Irish Academy of Music di Dublino, sia per masterclass che come membro di giuria.
Archambault suona un violoncello di Jean Baptiste Vuillaume (datato 1865) e un violoncello barocco italiano a cinque corde del Settecento.


FRANCESCO LIBETTA, pianoforte
La multiforme carriera di compositore, direttore e pianista, ha portato Francesco Libetta a tenere concerti nelle sale di tutto il mondo: Roma (Villa Medici, Villa Borghese, Palazzo del Quirinale), Milano (Sala Verdi, Teatro alla Scala, Teatro Manzoni), Napoli (Auditorium della RAI, Teatro Augusteo, Metropolitan), alla RTSI di Lugano, al Lincoln Center di Miami in Florida, a Tokyo e ancora a Catania, Spoleto, Brescia, Livorno, Rimini, Venezia (per la Biennale di Musica), Firenze, New York (Carnegie Hall, Steinway Hall), Londra, Osaka, Stoccolma, Oslo, Parigi, Hong Kong e anche in
Spagna, Vietnam, Etiopia, Romania, Germania, Polonia, ricevendo recensioni entusiastiche da critici autorevoli, quali John Ardoin (che dichiara che, della nuova generazione di pianisti, Francesco Libetta è «il più ispirato e creativo»), Paolo Isotta (che, su “Corriere della Sera”, scrive di «un virtuosismo così miracoloso e un così delicato senso dell’eloquio melodico, da indurci alla domanda: quale altro artista della sua generazione, non solo in Italia, può essergli accostato?»), Matthew Gurewitsch («aristocratico poeta della tastiera con il profilo e il portamento di un principe rinascimentale» - “The New York Times”), Harold Schönberg, scrive che: «maestro di ogni periodo o stile, Libetta è il migliore rappresentante del gusto moderno [...] che considera il virtuosismo non come funambolismo, ma come un mezzo, dove il significato musicale è più importante di un tecnica che lascia allibiti.» Francesco Maria Colombo gli riconosce, sulle pagine di “Corriere della Sera”, «eleganza e charme [...] uno smalto, uno spolvero di signorilità e di frivolezza, che credevamo perduto negli archivi dell'interpretazione pianistica.» Francesco Libetta ha studiato in Italia con Vittoria De Donno, Igino Ettorre e Gino Marinuzzi, in Francia con Jacques Castérède. A Parigi ha seguito i corsi di Pierre Boulez, Tristan Murail e Pierre-Laurent Aimard all’IRCAM. A Mosca ha seguito lezioni di direzione d’orchestra con Gennadi Rozhdestvensky. Ha fondato ed è direttore artistico del Piano Festival di Miami a Lecce. É direttore artistico, dalla sua fondazione, delle manifestazioni annuali in Val di Rabbi, in memoria di Arturo Benedetti Michelangeli. Ha debuttato all’Auditorium di Napoli con l’Orchestra “Scarlatti” della RAI, con il Concerto K. 595 di Mozart ed il Concerto n. 2 di Chopin, trasmesso in diretta radiofonica. Con la medesima orchestra ha debuttato, anni dopo, come direttore (musiche di Haydn e Wagner). Nel suo saggio sulla storia dell’interpretazione delle Sonate di Beethoven, pubblicato dalle Edizioni del Teatro alla Scala, Piero Rattalino cita Francesco Libetta come il terzo italiano, dopo Rendano e Ciani, ad aver eseguito l’intero ciclo delle 32 Sonate in pubblico. Ha avuto modo di collaborare con numerosi esponenti del mondo musicale e dello spettacolo: ballerini (Carla Fracci; Alessandro Molin; Sophie Sarrote), coreografi (Fredy Franzutti), strumentisti (Trio d’Archi della Scala con Pagliani, Rossi e Dindo; Giovanni Angeleri), compositori (Francesco d’Avalos; Claudio Ambrosini), pianisti (Pietro De Maria, Roberto Prosseda, Ilya Itin, Emanuele Arciuli, Francesco Caramiello), artisti (Anna Caterina Antonacci, Simona Marchini, Michele Mirabella, Maurisa Laurito, Franco Battiato che, dopo averlo invitato a recitare nel suo secondo film, “Musikanten”, presentato alla Mostra di Venezia, è stato il regista di un dvd live di imminente pubblicazione, Denis Krief). Il suo dvd, realizzato a La Roque d’Anthéron da Bruno Monsaingeon, è stato premiato con il Diapason d’Or, e lo CHOC - Le Monde de la Musique. I suoi cd e dvd sono pubblicati dalla V.A.I. (Stati Uniti d’America). Ha fondato e dirige la casa discografica “Nireo”.

 

QUANDO: Giovedì 15 settembre 2022, ore 19.30 - Auditorium Fondazione Paolo Grassi

 

 

 

Ultime notizie

SCADENZA DOMANDE: 31 OTTOBRE 2022
Avviso Ufficio Stampa

La Fondazione Paolo Grassi rende noto che è indetta una manifestazione d'interesse volta ad individuare un soggetto idoneo a cui affidare i servizi di ufficio stampa e comunicazione per la programmazione artistica della Fondazione e del Festival della Valle d'Itria per il biennio 2023-24. Scadenza per la presentazione delle domande: 31 ottobre 2022. Leggi tutto...

SCADENZA DOMANDE: 31 OTTOBRE 2022
Avviso Marketing

La Fondazione Paolo Grassi rende noto che è indetta una manifestazione d'interesse volta ad individuare un soggetto idoneo a cui affidare i servizi di marketing, audience development e raccolta fondi per sostenere finanziariamente la programmazione artistica della Fondazione e del Festival della Valle d'Itria per il biennio 2023-24. Scadenza per la presentazione delle domande: 31 ottobre 2022. Leggi tutto...

Venerdì 7 ottobre 2022, ore 18.30 - Auditorium della Fondazione Paolo Grassi
Giovani talenti della Musica

Il Soroptimist Club di Martina Franca, in collaborazione con la Fondazione Paolo Grassi, organizza un concerto che si terrà venerdì 7 otttobre 2022 alle 18.30 presso l'Auditorium della Fondazione. A esibirsi sarà la ventiquattrenne chitarrista martinese Lucrezia Bonasia, che ha partecipato alla scorsa edizione del Concorso "Giovani Talenti della della musica - Play-off" in rappresentanza dell'Istituto Musicale "Giovanni Paisiello" di Taranto. In programma musiche di N. Coste, M. Castelnuovo-Tedesco, Astor Piazzolla (in duo con la clarinettista Maria Pia Esposito), M. Ponce, I. Presti, I. Albéniz. Al concerto è abbinata una lotteria per la quale verranno messi in palio 14 premi. I fondi raccolti verranno devoluti al sostegno umanitario del popolo ucraino. Il concerto è aperto al pubblico. Ingresso libero. Leggi tutto...

da ottobre 2022 a giugno 2023
Scuola di musica 2022/23

Ripartono da ottobre 2022 i corsi della Scuola di Musica della Fondazione Paolo Grassi. In programma per l'anno scolastico 2022/2023 corsi di: PROPEDEUTICA MUSICALE per bambini dai 3 ai 6 anni; CORO DI VOCI BIANCHE per bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni (in gruppi differenziati in base all'età); CORSI DI STRUMENTO MUSICALE: violino, violoncello, flauto, chitarra, pianoforte e canto per bambini e ragazzi dai 6 anni in su; CORSI DI FORMAZIONE PRE-ACCADEMICA e CORSI PROPEDEUTICI di violino, violoncello, flauto, chitarra, pianoforte e canto lirico in convenzione con il Conservatorio "Tito Schipa" di Lecce. Leggi tutto...

Da maggio a dicembre 2022
TRA LA CARNE E IL CIELO

In occasione dei 100 anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini la Fondazione Paolo Grassi presenta il progetto speciale "Tra la carne e il cielo": un ciclo di otto produzioni musicali, concerti e approfondimenti da realizzare nel corso del 2022 in un viaggio alla scoperta delle sue idee e degli artisti che lo hanno influenzato e ispirato, attraverso una lettura inedita atta a spiegare la forza espressiva della musica in rapporto alla parola nel pensiero musicale di Pasolini. Leggi tutto...

da ottobre 2022 a giugno 2023
Perfezionamento pianistico

La Fondazione Paolo Grassi di Martina Franca, scuola di eccellenza nazionale operante nell'ambito dell'altissima formazione musicale, organizza corsi di perfezionamento pianistico diretti dal M° Francesco Libetta. Al via da ottobre 2022 la nuova edizione dei corsi, che prevede lezioni individuali e prestigiose masterclass con artisti di fama internazionale. Previste sessioni di studio specifico per: duo pianistico, musica da camera, repertorio liederistico, accompagnamento operistico, accompagnamento alla danza, posturologia, retorica del ritmo. Termine iscrizioni: 26 ottobre 2022. Ulteriori informazioni nel regolamento. Leggi tutto...

Agenda
<ottobre 2022>
lunmarmergiovensabdom
262728293012
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31123456
Alta formazione musicale
ACCADEMIA DEL BELCANTO INTERNATIONAL MASTERCLASS
Social Network
Info Contatti
Fondazione Paolo Grassi
via Metastasio 20
74015 Martina Franca (TA)
Email: info@fondazionepaolograssi.it

Telefono: +39 0804306763

Soci Fondatori:
Newsletter
Sì, acconsento al trattamento dei miei dati personali da parte di Fondazione Paolo Grassi o.n.l.u.s per l’invio della newsletter contenente informazioni e aggiornamenti. (Regolamento 2016/679 - GDPR e d.lgs. n.196 del 30/6/2003)


La presente informativa viene resa in ossequio all'art. 13 del Regolamento 2016/679 (GDPR), ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali) agli utenti che accedono al sito web www.fondazionepaolograssi.it ed è relativa a tutti i dati personali trattati secondo le modalità di seguito indicate.


IL TITOLARE DEL TRATTAMENTO

Il Titolare del trattamento dei dati personali raccolti è FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS Via Metastasio, 20 – 74015 MARTINA FRANCA (Ta)
P. iva 02754360739


DATI RACCOLTI

I dati personali trattati sono raccolti in quanto forniti direttamente dall'interessato o forniti automaticamente.

I dati forniti direttamente dall'interessato sono tutti i dati personali che siano forniti al Titolare del Trattamento con qualsiasi modalità, direttamente dall'interessato. In particolare sono raccolti e trattati i seguenti dati personali:
- EMAIL

I dati raccolti automaticamente sono i dati di navigazione. Tali dati, pur non essendo raccolti al fine di essere associati all'identità dell'utente, potrebbero indirettamente, mediante elaborazione e associazioni con dati raccolti dal Titolare, consentire la sua identificazione. In particolare:
- Indirizzo IP
- Browser e device di navigazione

In seguito all'invio di newsletter, la piattaforma utilizzata consente di rilevare l'apertura di un messaggio e i clic effettuati all'interno della newsletter stessa, unitamente a dettagli relativi all'ip e al browser/device utilizzati. La raccolta di questi dati è fondamentale per il funzionamento dei sistemi di rinnovo implicito del trattamento (vedi la voce Modalità del Trattamento) e parte integrante dell'operatività della piattaforma di invio.


BASE GIURIDICA E FINALITA' DEL TRATTAMENTO

I dati sono trattati esclusivamente per le finalità per le quali sono raccolti, come di seguito descritte.

Utilizziamo i dati forniti dagli interessati per:


- solo in caso di specifico consenso dell'utente, per permettere l'adesione a servizi specifici e ulteriori quali l'invio di future comunicazioni informative e promozionali via mail o mediante strumenti elettronici.

Il conferimento dei dati elencati nella sezione "Dati Raccolti" è obbligatorio per consentire all'utente di accedere al servizio. Per tale ragione il consenso è obbligatorio e l'eventuale rifiuto al trattamento ovvero il mancato, inesatto o parziale conferimento dei dati potrebbe avere come conseguenza l'impossibilità di una corretta erogazione del servizio.

Il conferimento dei dati per le finalità di invio newsletter per scopi promozionali, informativi o di ricerca è facoltativo ed il rifiuto a prestare il relativo consenso al Trattamento darà luogo all'impossibilità di essere aggiornati circa iniziative commerciali e/o campagne promozionali, di ricevere offerte o altro materiale promozionale e/o di inviare all'utente offerte personalizzate.
FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS non fornisce a terze parti nessuna delle informazioni degli utenti senza il loro consenso, salvo ove richiesto dalla legge.

E' in ogni caso esclusa la diffusione e il trasferimento dei dati al di fuori dello spazio UE.


REVOCA DEL CONSENSO

L'interessato può revocare il proprio consenso alla ricezione di comunicazioni promozionali e commerciali immediatamente, inviando richiesta all'indirizzo email INFO@FONDAZIONEPAOLOGRASSI.IT oppure cliccando sull'apposito link di disiscrizione che potrà trovare nel footer di ogni mail promozionale e commerciale ricevuta.


MODALITA' DEL TRATTAMENTO

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti, prevedendo in ogni caso la verifica annuale dei dati conservati al fine di cancellare quelli ritenuti obsoleti, salvo che la legge non preveda obblighi di archiviazione.

Il trattamento dei dati avviene di norma presso la sede della società FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS, da personale o collaboratori esterni debitamente designati quali responsabili del trattamento. L'elenco completo dei responsabili del trattamento e degli Incaricati al trattamento dei dati personali può essere richiesto inviando apposita richiesta all'indirizzo email INFO@FONDAZIONEPAOLOGRASSI.IT

L'iscrizione e il trattamento relativo sono ritenuti validi fino alla disiscrizione da parte dell'utente, presente in ogni email, oppure dopo 12 mesi dall'ultima comunicazione di cui abbia evidenza di interazione diretta (click, apertura, risposta).

Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.


DIRITTI DELL'INTERESSATO

Ai sensi dell'art. 7 del Codice della Privacy e dell'art. 13 GDPR ciascun utente ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno dei suoi dati personali, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intellegibile.

In particolare, l'interessato ha diritto di ottenere da FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS l'indicazione:

1. dell'origine dei dati personali;
2. della finalità e delle modalità di trattamento;
3. della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici/informatici;
4. gli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e delrappresentante designato;
5. dei soggetti e delle categorie di soggetti ai quali i dati possono esserecomunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

Inoltre l'interessato ha diritto di ottenere da FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS

1. l'aggiornamento, la rettificazione ovvero l'integrazione dei propri dati;
2. la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge;
3. l'accesso ai propri dati e cioè la conferma che sia o meno in corso un trattamento didati personali che lo riguardano;
4. la limitazione del trattamento,
5. la portabilità del dato, cioè il diritto di ricevere in formato strutturato i dati personali che lo riguardano;
6. diritto di reclamo all'Autorità di controllo.

Infine l'interessato ha il diritto di opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta. In particolare l'interessato ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano ai fini di invio di materiale pubblicitario commerciale o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. Le richieste di cui ai punti precedenti dovranno essere inviate via email all'indirizzo INFO@FONDAZIONEPAOLOGRASSI.IT


AGGIORNAMENTI E MODIFICHE

FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS si riserva il diritto di modificare, integrare o aggiornare periodicamente la presente Informativa in ossequio alla normativa applicabile o ai provvedimenti adottati dal Garante per la Protezione dei dati personali.

Le suddette modifiche o integrazioni saranno portate a conoscenza degli interessati mediante link alla pagina di Privacy Policy presente nel sito web e saranno comunicate direttamente agli interessati a mezzo email.

Invitiamo gli utenti a prendere visione della Privacy Policy con regolarità, per verificare l'Informativa aggiornata e decidere se continuare o meno ad usufruire dei servizi offerti.