PostHeaderIcon QUADERNI DELLA FONDAZIONE PAOLO GRASSI - Numero 7

 

QUADERNI DELLA FONDAZIONE PAOLO GRASSI - Numero 7

Quaderni della Fondazione Paolo Grassi – Materiali di Teatro
"Quale trasparenza per i soggetti che operano nello spettacolo dal vivo? Suggerimenti e soluzioni per cogliere le opportunità di reputazione, innovazione e miglioramento organizzativo oltre l’adempimento normativo."
A cura di: Maria Scinicariello e Irene Salerno, premessa del Prof. Luciano Hinna
Numero 7 - Anno 2017
Schena Editore
€ 15,00

Dalla premessa del Prof. LUCIANO HINNA [Universitas Mercatorum di Roma]
LA DOMANDA DI FONDO: QUALE TRASPARENZA PER LO SPETTACOLO DAL VIVO?
Perché siamo qui a parlare di trasparenza per gli enti che operano nello spettacolo dal vivo? Questa è la prima domanda che, ormai più di due anni fa, ci siamo posti in sede AGIS all’indomani della determinazione ANAC n.8 del 17 giugno 2015, con la quale gli enti controllati, partecipati e finanziati da amministrazioni pubbliche sono stati inseriti nel perimetro di applicazione delle norme per l’anticorruzione e la trasparenza.
La risposta è semplice e ovviamente non risente delle reazioni a caldo ma consente analisi a freddo e suffragate dall’analisi empirica di situazioni e casi concreti.
Le organizzazioni operanti nel settore dello spettacolo dal vivo, controllate, partecipate e/o finanziate dallo Stato e dagli enti locali, sono state investite con la legge 190/2012 da una serie di obblighi di trasparenza. Inizialmente, l’applicazione era limitata ad alcuni commi dell’art.1 della legge 190/2012, senza distinzione tra società partecipate e società controllate; successivamente, date le criticità attuative e le difficoltà interpretative – ostacolo ad una corretta applicazione delle regole della trasparenza – sono intervenute alcune correzioni che hanno allargato il perimetro di applicazione a tutti quei soggetti che, indipendentemente dalla loro veste giuridica, perseguono finalità di interesse pubblico e/o utilizzano risorse pubbliche. L’ampliamento ha interessato anche l’ambito oggettivo di applicazione, estendendo ai suddetti soggetti gli obblighi di pubblicazione previsti anche nel decreto legislativo 33/2013. Tutto ciò ha determinato, nell’ambito del settore dello spettacolo dal vivo, un’applicazione indifferenziata degli obblighi di trasparenza, dai grandi teatri alle piccole associazioni, con conseguenti difficoltà operative e ricadute gestionali collegate alla dimensione organizzativa, alla governance e alla tipologia di attività. L’ANAC ha agito nella giusta convinzione che la trasparenza è l’anticorpo della corruzione, ma nel contempo ha assunto l’errato presupposto che le innumerevoli e variegate realtà facenti parte del mondo dello spettacolo dal vivo avessero le stesse caratteristiche delle oltre ottomila partecipazioni degli enti locali.
Non è così: le differenze ci sono e sono grandi e numerose. Le amministrazioni non sono tutte uguali ed anche nell’ambito della stessa categoria ci sono “i diversi tra i diversi”: è sufficiente guardare dentro il comparto delle cosiddette partecipazioni – perché gli enti dello spettacolo dal vivo sono assimilati alle partecipazioni degli enti locali – per rendersene conto. Spesso ci sono enti non operativi, a volte hanno un numero di consiglieri superiore a quello dei dipendenti, alcuni sono in perdita strutturale da sempre e quando operano assomigliano a macchine mangia soldi di denaro pubblico, altri sono frequentemente al centro di scandali e processi per corruzione, per appalti truccati, per assunzioni pilotate, per disservizi. Qualche giornalista afferma che esse rappresentano il solito pascolo libero della cattiva politica, degli imprenditori predatori e dei sindacati che hanno tradito il loro nobile mandato sociale difendendo l’indifendibile o facendo finta di non vedere ciò che è era sotto gli occhi di tutti: l’illegalità.
Fortunatamente non tutte le partecipazioni di enti pubblici sono così: non sono molte, ma ne esistono di eccellenti, organismi che creano valore sociale, che danno servizi di prima qualità che il libero mercato non è in grado di offrire e, in aggiunta, così come si diceva una volta, offerti a “prezzi politici” e che incontrano il consenso dell’opinione pubblica. Tra questi enti ci sono, come già detto, anche “i diversi tra i diversi”, ossia quelli che producono cultura, che, ancor prima della trasparenza, costituisce l’anticorpo più forte della illegalità; sono quelli che creano il PIL culturale che sta a monte di quello sociale e che insieme rappresentano il presupposto per creare il PIL economico. Lì dentro ci sono gli enti dello spettacolo dal vivo. Ma se ci si ferma al semplice contenitore giuridico per marcare le differenze si commette un grande errore di progettazione istituzionale: è come assimilare la scimmia all’uomo dal momento che i loro DNA si differenziano solo per il tre per cento, ma è evidente che la differenza è notevole e va ben al di là della possibilità dell’opponenza del pollice alle dita della mano.
La legge, comunque è uguale per tutti, come si legge nelle aule di tribunale, e ciò è vero e giusto nel momento in cui le norme si limitano a dare delle cornici concettuali e dei principi generali; quando entrano nei dettagli – e in materia di trasparenza come vedremo ciò è avvenuto in maniera pressante – sottovalutare le specificità dei diversi destinatari mina la possibilità di perseguire le finalità stesse per le quali le norme sono state emanate. [...]

 

 

 

 

Ultime notizie

18 marzo 2019
Audizione m.collaboratori 2019

Si sono svolte il 18 marzo 2019, le audizioni per la selezione dei nuovi allievi del corso di alto perfezionamento per maestri collaboratori dell'Accademia del Belcanto "Rodolfo Celletti". Oltre ai due posti disponibili previsti dal bando di ammissione, la Direzione dell'Accademia ha ritenuto opportuno, aggiungere un ulteriore posto per l'anno accademico 2019. Questi i nomi dei pianisti selezionati: Maruyama Takahiro Lorenzo Masoni Francesco De Solda Leggi tutto...

27-28 aprile e 20-21 maggio 2019
Masterclass con G.Galimberti

In programma nei giorni 27-28 aprile e 20-21 maggio 2019 una masterclass dedicata all'accompagnamento pianistico per la danza, che rientra nel piano formativo del corso di perfezionamento pianistico diretto da Francesco Libetta. Due moduli didattici: Musica per danza: rapporti storici e semantici. Pratica dell’accompagnamento. Docenti: Giulio Galimberti e Francesco Libetta. Iscrizioni entro il 24 aprile 2019. Leggi tutto...


Accademia del Belcanto "Rodolfo Celletti": esito audizioni cantanti 2019

Sono stati selezionati tra Parma e Bari i nuovi allievi dell'Accademia del Belcanto "Rodolfo Celletti", che dal prossimo 18 marzo inizieranno i corsi di alto perfezionamento lirico all'interno della Fondazione Paolo Grassi, annoverata tra le nove scuole di eccellenza nazionale operanti nell’ambito dell’altissima formazione musicale. Circa un centinaio i candidati che hanno partecipato alle audizioni, svoltesi nelle scorse settimane presso la Fondazione Toscanini e il Teatro Petruzzelli. A seguire la lista dei candidati ammessi ai corsi per l'anno accademico 2019: Donatella De Luca, Soprano Mariasole Mainini, Soprano Maria Silecchio, Soprano Arianna Manganello, Mezzosoprano Marta Pluda, Mezzosoprano Salvatore Disca, Controtenore Dario Sebastiano Pometti, Tenore Pasquale (Nile) Senatore, Tenore Alfonso Zambuto, Tenore Alberto Comes, Basso Baritono Strahinja Djokic, Basso Cumhur Gorgun, Basso Leggi tutto...

Dal 30 marzo al 2 aprile 2019 alla Fondazione Paolo Grassi
Masterclass con K.Lifschitz

In programma dal 30 marzo al 2 aprile 2019 una prestigiosa Masterclass di perfezionamento pianistico a cura di Konstantin Lifschitz, musicista di origine ucraina di fama internazionale, Fellow della Royal Academy of Music di Londra, professore dell'Università di Scienze Applicate e Arti di Lucerna dal 2008. La Masterclass rientra nel piano didattico del corso di perfezionamento pianistico istituito con Francesco Libetta per l'A.A. 2019 presso la Fondazione Paolo Grassi, ma è aperta anche a musicisti esterni al corso. Iscrizioni entro il 27 marzo 2019. Leggi tutto...

Venerdì 29 marzo 2019, ore 19.00 - Auditorium della Fondazione Paolo Grassi
Paola Dubini presenta “Con la cultura non si mangia (Falso!)”

L’Auditorium della Fondazione Paolo Grassi ospita la presentazione del nuovo libro di Paola Dubini “Con la cultura non si mangia (Falso!)” edito da Laterza [2018]. La cultura non serve, interessa a pochi, non rende... Non è così. L’autrice, professoressa di Management all’Università Bocconi di Milano, lo dimostra in questo saggio con cifre, fatti e argomenti, a proposito di libri e di musei, di teatro e di cinema, di musica, arte e patrimonio storico. La cultura è parte della nostra vita come l'aria che respiriamo. Leggi tutto...

Data pubblicazione: 14/02/2019
Avviso nomina sindaco revisore

Pubblicato, nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 18 del 14 febbraio 2019, l'Avviso pubblico di manifestazione di interesse per la nomina del sindaco unico e revisore legale della società partecipata "Fondazione Paolo Grassi" di Martina Franca (TA). Leggi tutto...

Dicembre 2018 - Giugno 2019
Perfezionamento di pianoforte

La Fondazione Paolo Grassi istituisce per l’A.A. 2018/2019 corsi di perfezionamento di pianoforte diretti dal M° Francesco Libetta, allo scopo di formare giovani musicisti di talento nell’approfondimento delle competenze tecnico-strumentali e per la preparazione di audizioni, concerti e concorsi internazionali. I programmi di lavoro saranno definiti in base alle specifiche esigenze di ogni studente. Tutte le info nel regolamento. Leggi tutto...

Agenda
<marzo 2019>
lunmarmergiovensabdom
25262728123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
1234567
Alta formazione musicale
ACCADEMIA DEL BELCANTO INTERNATIONAL MASTERCLASS
Social Network
Info Contatti
Fondazione Paolo Grassi
via Metastasio 20
74015 Martina Franca (TA)
Email: info@fondazionepaolograssi.it

Telefono: +39 0804306763

Soci Fondatori:
Newsletter
Sì, acconsento al trattamento dei miei dati personali da parte di Fondazione Paolo Grassi o.n.l.u.s per l’invio della newsletter contenente informazioni e aggiornamenti. (Regolamento 2016/679 - GDPR e d.lgs. n.196 del 30/6/2003)


La presente informativa viene resa in ossequio all'art. 13 del Regolamento 2016/679 (GDPR), ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali) agli utenti che accedono al sito web www.fondazionepaolograssi.it ed è relativa a tutti i dati personali trattati secondo le modalità di seguito indicate.


IL TITOLARE DEL TRATTAMENTO

Il Titolare del trattamento dei dati personali raccolti è FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS Via Metastasio, 20 – 74015 MARTINA FRANCA (Ta)
P. iva 02754360739


DATI RACCOLTI

I dati personali trattati sono raccolti in quanto forniti direttamente dall'interessato o forniti automaticamente.

I dati forniti direttamente dall'interessato sono tutti i dati personali che siano forniti al Titolare del Trattamento con qualsiasi modalità, direttamente dall'interessato. In particolare sono raccolti e trattati i seguenti dati personali:
- EMAIL

I dati raccolti automaticamente sono i dati di navigazione. Tali dati, pur non essendo raccolti al fine di essere associati all'identità dell'utente, potrebbero indirettamente, mediante elaborazione e associazioni con dati raccolti dal Titolare, consentire la sua identificazione. In particolare:
- Indirizzo IP
- Browser e device di navigazione

In seguito all'invio di newsletter, la piattaforma utilizzata consente di rilevare l'apertura di un messaggio e i clic effettuati all'interno della newsletter stessa, unitamente a dettagli relativi all'ip e al browser/device utilizzati. La raccolta di questi dati è fondamentale per il funzionamento dei sistemi di rinnovo implicito del trattamento (vedi la voce Modalità del Trattamento) e parte integrante dell'operatività della piattaforma di invio.


BASE GIURIDICA E FINALITA' DEL TRATTAMENTO

I dati sono trattati esclusivamente per le finalità per le quali sono raccolti, come di seguito descritte.

Utilizziamo i dati forniti dagli interessati per:


- solo in caso di specifico consenso dell'utente, per permettere l'adesione a servizi specifici e ulteriori quali l'invio di future comunicazioni informative e promozionali via mail o mediante strumenti elettronici.

Il conferimento dei dati elencati nella sezione "Dati Raccolti" è obbligatorio per consentire all'utente di accedere al servizio. Per tale ragione il consenso è obbligatorio e l'eventuale rifiuto al trattamento ovvero il mancato, inesatto o parziale conferimento dei dati potrebbe avere come conseguenza l'impossibilità di una corretta erogazione del servizio.

Il conferimento dei dati per le finalità di invio newsletter per scopi promozionali, informativi o di ricerca è facoltativo ed il rifiuto a prestare il relativo consenso al Trattamento darà luogo all'impossibilità di essere aggiornati circa iniziative commerciali e/o campagne promozionali, di ricevere offerte o altro materiale promozionale e/o di inviare all'utente offerte personalizzate.
FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS non fornisce a terze parti nessuna delle informazioni degli utenti senza il loro consenso, salvo ove richiesto dalla legge.

E' in ogni caso esclusa la diffusione e il trasferimento dei dati al di fuori dello spazio UE.


REVOCA DEL CONSENSO

L'interessato può revocare il proprio consenso alla ricezione di comunicazioni promozionali e commerciali immediatamente, inviando richiesta all'indirizzo email INFO@FONDAZIONEPAOLOGRASSI.IT oppure cliccando sull'apposito link di disiscrizione che potrà trovare nel footer di ogni mail promozionale e commerciale ricevuta.


MODALITA' DEL TRATTAMENTO

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti, prevedendo in ogni caso la verifica annuale dei dati conservati al fine di cancellare quelli ritenuti obsoleti, salvo che la legge non preveda obblighi di archiviazione.

Il trattamento dei dati avviene di norma presso la sede della società FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS, da personale o collaboratori esterni debitamente designati quali responsabili del trattamento. L'elenco completo dei responsabili del trattamento e degli Incaricati al trattamento dei dati personali può essere richiesto inviando apposita richiesta all'indirizzo email INFO@FONDAZIONEPAOLOGRASSI.IT

L'iscrizione e il trattamento relativo sono ritenuti validi fino alla disiscrizione da parte dell'utente, presente in ogni email, oppure dopo 12 mesi dall'ultima comunicazione di cui abbia evidenza di interazione diretta (click, apertura, risposta).

Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.


DIRITTI DELL'INTERESSATO

Ai sensi dell'art. 7 del Codice della Privacy e dell'art. 13 GDPR ciascun utente ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno dei suoi dati personali, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intellegibile.

In particolare, l'interessato ha diritto di ottenere da FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS l'indicazione:

1. dell'origine dei dati personali;
2. della finalità e delle modalità di trattamento;
3. della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici/informatici;
4. gli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e delrappresentante designato;
5. dei soggetti e delle categorie di soggetti ai quali i dati possono esserecomunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

Inoltre l'interessato ha diritto di ottenere da FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS

1. l'aggiornamento, la rettificazione ovvero l'integrazione dei propri dati;
2. la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge;
3. l'accesso ai propri dati e cioè la conferma che sia o meno in corso un trattamento didati personali che lo riguardano;
4. la limitazione del trattamento,
5. la portabilità del dato, cioè il diritto di ricevere in formato strutturato i dati personali che lo riguardano;
6. diritto di reclamo all'Autorità di controllo.

Infine l'interessato ha il diritto di opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta. In particolare l'interessato ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano ai fini di invio di materiale pubblicitario commerciale o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. Le richieste di cui ai punti precedenti dovranno essere inviate via email all'indirizzo INFO@FONDAZIONEPAOLOGRASSI.IT


AGGIORNAMENTI E MODIFICHE

FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS si riserva il diritto di modificare, integrare o aggiornare periodicamente la presente Informativa in ossequio alla normativa applicabile o ai provvedimenti adottati dal Garante per la Protezione dei dati personali.

Le suddette modifiche o integrazioni saranno portate a conoscenza degli interessati mediante link alla pagina di Privacy Policy presente nel sito web e saranno comunicate direttamente agli interessati a mezzo email.

Invitiamo gli utenti a prendere visione della Privacy Policy con regolarità, per verificare l'Informativa aggiornata e decidere se continuare o meno ad usufruire dei servizi offerti.