PostHeaderIcon LE ATTIVITÀ - PROGRAMMAZIONE

 

PROGRAMMAZIONE Le molteplici attività della Fondazione Paolo Grassi sono accomunate dall’obiettivo di promuovere e sostenere la cultura teatrale e musicale in Puglia. Si articolano fondamentalmente in momenti di riflessione e bilancio sulle politiche culturali del settore teatrale e musicale e sulle interazioni tra il pubblico (attuale o potenziale) e l’offerta di spettacolo dal vivo.
La Fondazione Paolo Grassi ritiene opportuno investire principalmente sul talento dei giovani, perché dei giovani è il futuro e soprattutto dai giovani dipende il futuro della cultura teatrale e musicale in Puglia. A tal fine, un altro grande “progetto-contenitore” in grado di raccogliere e mettere in rapporto tra loro le diverse attività in programmazione presso la Fondazione è stato denominato, non a caso, “IL FUTURO CON LA MUSICA”. Quello che la Fondazione immagina e coraggiosamente intende creare attraverso il progetto è un futuro dove la musica, nonostante il drastico taglio dei fondi destinati allo Spettacolo, possa continuare a parlare ai cuori e alle menti della gente, grazie ai giovani che con passione insistono nello studio e nella pratica musicale e per un pubblico che, contrariamente a quel che si crede, torna a riempire le sale dei concerti. “IL FUTURO CON LA MUSICA” mira a porre in contatto tra loro personaggi affermati e nuovi talenti della scena musicale pugliese, italiana ed europea, con un pubblico variegato e auspicabilmente sempre più ampio, da formare, informare e far appassionare alla musica, anche attraverso la collaborazione con gli allievi e i docenti dei Conservatori Pugliesi. Si tratta di un progetto che raccoglie corsi di alta formazione, lezioni, workshop con professionisti del settore musicale e numerosi eventi-concerti aperti al pubblico (anche nell’ambito del Festival della Valle d’Itria), tesi sia alla valorizzazione di giovani cantanti e musicisti, sia alla promozione della musica in sé, come valore da tutelare per il futuro. Sulla base di questi principi la Fondazione continua a sostenere ed organizzare numerose attività in collaborazione con il Festival della Valle d’Itria e il Centro Artistico Musicale Paolo Grassi, per una pluriversale crescita atta principalmente a incrementare ed educare alla musica il pubblico sia del Festival che della Fondazione.
In particolare, a partire dal 2005 la Fondazione ha lavorato in direzione dell’attuazione e dello sviluppo del progetto “I SAPERI DELLO SPETTACOLO” – che ha potuto beneficiare del supporto finanziario offerto dalla Regione Puglia – volto a promuovere e a valorizzare le risorse culturali, scientifiche, artistiche e professionali di operatori dello spettacolo, docenti e giovani studiosi, in una dimensione di interdisciplinarità e sinergia tra i linguaggi espressivi e le problematiche operative di Musica, Cinema e Teatro. “I saperi dello spettacolo” si pone come una sorta di grande “contenitore” atto ad coordinare e mettere in rapporto tra loro le varie iniziative ed attività della Fondazione Paolo Grassi, così da garantire una certa continuità con il passato, pur guardando all’innovazione e al futuro. Il contenitore “I saperi dello spettacolo” ha voluto focalizzare l’attenzione soprattutto sulla formazione del pubblico. Teatro è cultura, così come ha sostenuto, tra gli altri, Paolo Grassi, che ha sviluppato attorno a questa affermazione la sua ideologia e tutta la sua esperienza di vita. Sulle orme di Paolo Grassi , partendo proprio da questa verità, la Fondazione si muove mirando in primis allo sviluppo della cultura teatrale e musicale quale fattore in grado di funzionare da “collante” sociale e come espediente per una crescita individuale eticamente sana. Una nota programmatica di Paolo Grassi, emblematica della sua concezione del teatro, rimane il fondamento della riproposta del “viaggio” sulle pratiche teatrali e musicali contemporanee e sul loro rapporto con altri aspetti della società di oggi proposta dalla Fondazione. Scriveva Paolo Grassi:
“Noi abbiamo seminato non solo con gli spettacoli ma con le visite individuali, con i convegni, con la presenza dialettica prima e dopo gli spettacoli, dovunque il Piccolo andasse, dovunque ci fosse un pubblico potenziale da stimolare perché venisse in via Rovello. Sono sempre stato d’accordo con la concezione gramsciana del teatro, cioè di un teatro che comincia prima e finisce dopo, che non si esaurisce, anche al più alto livello estetico, nello spettacolo al quale si assiste, il quale nasce e si consuma con la tua presenza fisica, ma un teatro del quale senti il bisogno, volontariamente o inavvertitamente, non importa, e che una volta rientrato in te, ripresoti il cappotto e rimessoti il cappello al guardaroba, ti accompagna, ed è determinante per le tue scelte esistenziali, per la tua crescita di uomo”.

Seguendo questo filone di “teatro gramsciano” citato da Grassi, che rappresenta il filo conduttore della sua programmazione, la Fondazione Paolo Grassi intende quindi proporsi a livello regionale, nazionale ed europeo, quale polo di incontro e coordinamento tra aree diversificate della cultura, in grado di creare una rete di scambio stabile e produttiva tra operatori culturali, artisti, giovani studiosi e pubblico. Ciò che si vuol principalmente incentivare è la ricerca: la Fondazione mira, infatti, a diventare un punto di riferimento per la documentazione, l’analisi e lo studio dello spettacolo dal vivo in Puglia, puntando soprattutto su due fattori: coinvolgere giovani esperti nel settore audio-video documentaristico e incrementare le attrezzature necessarie per l’elaborazione e il controllo di materiali audiovisivi. In virtù di questo, per il consolidamento e il progresso del sistema regionale della cultura, la programmazione della Fondazione Paolo Grassi si muove sulle seguenti linee guida, che rappresentano altresì obiettivi da perseguire:

1. incentivare la ricerca promuovendo progetti e premi di studio relativi al patrimonio culturale, monumentale, storico, artistico e naturalistico della Puglia e del Mediterraneo;

2. dare continuità alla diffusione della cultura teatrale e musicale in Puglia;

3. promuovere la crescita formativa dei giovani talenti;

4. sostenere i nuovi linguaggi culturali lavorando sull’interdisciplinarietà;

5. tutelare e valorizzare il patrimonio storico-culturale della Puglia;

6. lavorare per la formazione del pubblico;

7. valorizzare la dimensione multiculturale del campo teatrale e musicale presente in Puglia o in rapporto con esso;

8. valorizzare le realtà culturali del territorio così come i suoi beni storico-artistici e monumentali;

9. differenziare l’offerta in base all’utenza, in maniera tale da proporre iniziative ed attività adeguatamente fruibili, senza esclusione di fasce sociali o di età;

10. incentivare collaborazione tra soggetti pubblici e privati.

 

 

Ultime notizie

Da settembre 2017
Scuola di musica - A.S.2017/18

Al via da settembre 2017 i corsi di musica del progetto "Bambini e ragazzi...all'opera!" organizzati dalla Fondazione Paolo Grassi in collaborazione con il Festival della Valle d'Itria. PROPEDEUTICA MUSICALE per bambini dai 3 ai 6 anni CORO DI VOCI BIANCHE per bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni CORSI DI STRUMENTO (Violino, Violoncello, Flauto, Chitarra, Pianoforte) per bambini e ragazzi dai 6 anni in su. Con un progetto speciale per l’anniversario di Gioachino Rossini nel 2018. Leggi tutto...


I soggetti partecipati dalla Regione Puglia

Un flyer realizzato dal Consorzio Regionale per le Arti e la Cultura del Teatro Pubblico Pugliese con il fine di raccontare i conenuti e le attività delle realtà artistiche-culturali del teritorio pugliese direttamente partecipate dalla Regione Puglia, tra cui figura la Fondazione Paolo Grassi di Martina Franca. Leggi tutto...

Giovedì 10 agosto 2017, ore 19.00 - Auditorium della Fondazione Paolo Grassi
Concerto di S.Lorenzo

Giovedì 10 agosto 2017 alle ore 19.00 ancora un appuntamento con la grande musica classica dal vivo. In programma il Quintetto per pianoforte e archi di Schumann, 16 Valzer per pianoforte a 4 mani di Brahms e l'imperdibile Valzer e Romanza per pianoforte a 6 mani di Rachmaninov, eseguiti da Viviana Lasaracina (pianoforte), Anastasia e Liubov Gromoglasova (duo pianistico), Silvia Grasso e Cristina Ciura (violini), Michela Carnevale (viola) e Roberto Mansueto (violoncello). Leggi tutto...


Storia del Belcanto - Celletti

Lo scorso 28 e 29 luglio in occasione del convegno «Rodolfo Celletti (1917-2004) - Maestro di scrittura e (censore) di voci», organizzato dalla Fondazione Paolo Grassi nell'ambito della 43ª edizione del Festival della Valle d'Itria, è stata presentata la ristampa della "Storia del Belcanto", disponibile su Amazon Leggi tutto...

22 luglio - 10 agosto 2017
Amore e Marte - Arte, immagini, visioni dalla Magna Grecia al Rinascimento

Sabato 22 luglio 2017 alle ore 18.00 presso la Fondazione Paolo Grassi s'inaugura la mostra “Amore e Marte”, che il Festival della Valle d’Itria - in collaborazione con la Fondazione e Dimensione3 S.r.L. - ha organizzato con il MArTA Museo Archeologico Nazionale di Taranto sul tema “Le donne, i cavalier, l’armi, l’amor”. Venti pannelli con immagini di reperti archeologici conservati ed esposti presso il MArTA, corredati da didascalie e brani dall’Orlando furioso di Ludovico Ariosto. Ingresso libero. Leggi tutto...

Venerdì 21 luglio 2017, ore 19.00 - Auditorium Fondazione Paolo Grassi
Incontro con Paola Calvetti

Venerdì 21 luglio, alle ore 19.00 nell'Auditorium Fondazione Paolo Grassi la scrittrice Paola Calvetti, intervistata dal giornalista Daniele Milazzo, presenterà il suo ultimo libro, "Gli innocenti", edito da Mondadori. L'evento è organizzato dalla Libreria Mondadori di Martina Franca in collaborazione con la Fondazione Paolo Grassi. [Ingresso libero] Leggi tutto...

Giovedì 20 luglio 2017, ore 19.00 - Auditorium della Fondazione Paolo Grassi
Piero Mioli racconta il melodramma romantico

Giovedì 20 luglio alle ore 19.00 nell'Auditorium della Fondazione Paolo Grassi settimo appuntamento con "Mettiamoci all'opera" 2017. Protagonista sarà il musicologo Piero Mioli, autore del libro edito da Mursia dal titolo "Il melodramma romantico. Del teatro d’opera in Italia fra Rossini, Verdi e Puccini". Facendo riferimento alle opere in cartellone nel 43° Festival della Valle d'Itria, che attraversano ben quattro secoli di teatro musicale italiano (da Monteverdi a Puccini, passando per Vivaldi, Piccinni, Meyerbeer e Verdi), il Prof. Mioli racconterà i contenuti del suo libro, un saggio completo, godibile, ricco di informazioni sul melodramma romantico italiano, che è stato, e sarà, una componente fondamentale della civiltà e della sensibilità umana. Leggi tutto...

Lunedì 17 luglio 2017, ore 19.00 - Auditorium della Fondazione Paolo Grassi
"A corrente alternata"

Le opere del 43° Festival raccontate attraverso l'illustrazione, il fumetto, il radiodramma e la fotografia. Con gli studenti del Liceo Classico “Tito Livio” coinvolti nel percorso Alternanza Scuola-Lavoro) e la partecipazione di: Marco Bellocchio, Francesca Cosanti, Serena Dovì, Marta Massafra, Paolo Palazzo, Cristina Portolano. Lunedì 17 luglio alle ore 19.00 nell'Auditorium della Fondazione Paolo Grassi sesto appuntamento in programma nell'ambito del ciclo di incontri di "Mettiamoci all'opera" 2017 [ingresso libero]. Leggi tutto...

28 e 29 luglio 2017 - Auditorium della Fondazione Paolo Grassi
Rodolfo Celletti (1917-2004)

Il 28 e 29 luglio 2017 è in programma nell'Auditorium della Fondazione Paolo Grassi il convegno «Rodolfo Celletti (1917-2004) - Maestro di scrittura e (censore) di voci»: un omaggio dovuto al M° Celletti in occasione del 43° Festival della Valle d'Itria, nell'anno in cui ricorre il centenario della nascita. Un occasione per riflettere e discutere sul senso del belcanto oggi, a partire dalla lezione di Rodolfo Celletti, musicologo, critico musicale, maestro di canto e organizzatore musicale nonché storico direttore artistico del festival di Martina Franca. Relatori: Michael Aspinall, Marco Beghelli, Franca Cella, Franco Chieco, Carlo Fontana, Giancarlo Landini, Fabio Luisi, Mattia Palma, Alessandro Patalini, Jacopo Pellegrini, Franco Punzi, Alberto Triola. Coordinamento: Angelo Foletto. Leggi tutto...

Dal 18 giugno al 29 luglio 2017 - Auditorium della Fondazione Paolo Grassi
METTIAMOCI ALL’OPERA 2017 - Incontri e conversazioni per il 43° Festival della Valle d’Itria

Al via dal 18 giugno l’undicesima edizione di Mettiamoci all’opera, il programma di incontri e conversazioni che la Fondazione Paolo Grassi, assieme a firme più e meno note del panorama culturale contemporaneo, costruisce annualmente nell’ottica di approfondire i temi del Festival della Valle d’Itria e di far crescere il suo pubblico. Protagonisti dell'edizione 2017: Hans Honnacker, Giuseppe Girimonti Greco, Alessandro Patalini, Piero Mioli, Fiorella Sassanelli, Maria Novella Fabiano, Marco Bellocchio, Paolo Palazzo, Francesca Cosanti, Marta Massafra, Cristina Portolano e Serena Dovì. Scopri i dettagli nel programma in allegato. Leggi tutto...

Agenda
<agosto 2017>
lunmarmergiovensabdom
31123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031123
45678910
Alta formazione musicale
ACCADEMIA DEL BELCANTO INTERNATIONAL MASTERCLASS
Social Network
Info Contatti
Fondazione Paolo Grassi
via Metastasio 20
74015 Martina Franca (TA)
Email: info@fondazionepaolograssi.it

Telefono: +39 0804306763

Soci Fondatori:
Newsletter