PostHeaderIcon "Sartorie"

 

'Sartorie'

Vernissage della mostra “Paesaggi sartoriali” e presentazione del libro fotografico “Sartorie” di Ida Chiatante

Sabato 25 marzo 2017 alle ore 18.00 l'Auditorium della Fondazione Paolo Grassi ospita la presentazione del progetto "SARTORIE" di Ida Chiatante ovvero la presentazione del libro omonimo curato dal Maestro Arturo Cirillo e il vernissage della mostra fotografica “Paesaggi sartoriali”.

Ida Chiatante dialogherà con Andrijana Popovic, psicologa della moda e Patrizia Calefato, docente di sociologia dei processi culturali e comunicativi presso all'Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Entrambe sono autrici insieme a Claudia Attimoneli, Smiljana Grujic, Sofija Pajic e Florisa Sciannamea del libro “Fashion Intelligence” dedicato alla moda contemporanea. Edizioni dal Sud, 2016. [Ingresso libero]

Mostra fotografica "Paesaggi sartoriali":
presso la Fondazione Paolo Grassi
dal 25 marzo al 13 aprile 2017 (tutti i giorni tranne domenica 26 marzo)
la mattina dalle ore 10.00 alle ore 13.00
il pomeriggio dalle ore 16.00 alle ore 19.00
[Ingresso libero]

SARTORIE è, innanzitutto, un libro fotografico stampato in 100 copie limitate e sapientemente rilegate a mano dalla Legatoria Lacitignola. Il progetto si pone come momento finale di un percorso personale di ricerca sull'abito artigianale e su misura della designer Ida Chiatante, curato dal maestro e fotografo Alessandro Cirillo.
È un racconto, un viaggio che accende i riflettori sui protagonisti di questo mondo: i sarti, i loro abiti e le loro botteghe. Sartorie non è solo uno spazio fotografico all’interno del quale vengono riproposte le atmosfere tipiche di una bottega sartoriale, fatta del suono brillante di forbici affilate, pronte a ricamare sensuali traiettorie, di tessuti comodi e importanti come il giorno di festa, del profumo di amido, in attesa di essere indossato, di crune di aghi scovate da lenti esperte, di tappeti verticali di spilli o del mormorio di frasi e detti dialettali. Uno spazio in cui poter contemplare abiti originali, completi o incompiuti, sprazzi di bozze e schizzi, bottoni pittati e manichini spillati. "Sartorie" riscopre un sapere antico, celato nell’archeologia del gesto artigianale e mette a confronto tradizione e innovazione tessile, delineando possibili direzioni di recupero, valorizzazione e rivisitazione di un mestiere dal fascino senza tempo.
Il libro è accompagnato dalla mostra “Paesaggi sartoriali” che si nutre di infiltrazioni sempre diverse, opere viventi e condivise che restituisciono il concetto di un’arte comunitaria. Arte, teatro, design e artigianato si intrecciano e tessono nuove trame per spingersi lentamente e ambiziosamente verso la contemporaneità e far vivere quello che non deve morire con il passare del tempo. La sartoria è comunità. La sartoria è economia da cui ripartire.
SARTORIE ad oggi non è un'opera d'arte ma lo sta diventando nel tempo. OPERA D'ARTE CONDIVISA in cui ognuno darà il suo contributo artistico, professionale, economico e affettivo in un concetto più nostrano di crowfunding, Un dono, un impegno, un voto, un essere partecipi e attivi.
Tipografi, corniciai, rilegatori, stampatori, illustratori, danzatori, attori e tanti altri sono uniti nel comporre questa sinfonia.

"Bisogna comprendere come ci sia solo da guadagnare nel cedere a poco a poco la propria autorialità, con tutti i suoi addentellati: come sia utile ed efficace immaginare e praticare una dimensione realmente collaborativa non solo per la fruizione, ma per la produzione di un’opera. Non dunque l’opera dell’artista costruita con l’aiuto di, ma piuttosto un’opera che abbia un vero respiro collettivo - in cui tutti gli “autori” siano sullo stesso piano, e a cui collaborino con le proprie capacità e visioni specifiche" [Christian Caliandro, critico d'arte]

IDA CHIATANTE
Designer e fotografa senza radici si laurea presso il Politecnico di Milano in Industrial Design con specializzazione “Moda e Comunicazione”. Consegue un master su “Design dell’accessorio e del tessuto” presso la Scuola Tessile di Como. Inizia un percorso professionale lavorando in importanti realtà del fashion-system.
Personaggio eclettico e poliedrico, si muove trasversalmente nelle aree della creatività in un percorso sempre incrociato di sperimentazione e contaminazione.
Da un workshop a Bucarest sul Digital Fashion derivano i suoi ultimi futuristici fashion concept che creano un ponte tra l’artigianato tradizionale e la visione proiettata i verso nuovi scenari del 3dprinting.
Recentemente ha fondato il suo studio e brand IdaKia ArtDirection&Design e sta sviluppando una collana di libri sulle arti e mestieri. La mission imprenditoriale ha come fulcro la riscoperta del “saper fare” come via per l’innovazione sociale in una ipotesi di nuovo rinascimento italiano che guarda al mondo. In SARTORIE presenta un percorso di vita, un viaggio in cui si è immersa con reverenza. E’ entrata nella realtà della bottega in punta di piedi per viverne in prima persona le dinamiche relazionali, per apprendere le antiche tecniche e vivere da dietro il bancone, attraverso mesi di apprendistato, l’atmosfera lenta, unica e rituale della sartoria.

ALESSANDRO CIRILLO
E' nato a Bari, dove vive e lavora. Fotografo free-lance collabora con agenzie, privati, enti pubblici. Tiene regolarmente corsi di fotografia presso scuole pubbliche e private. Di recente ha tenuto masterclasses e workshops su temi relativi al territorio e al ritratto sociale sia in Italia sia in Russia. Da subito la sua fotografia si muove sul piano della ricerca linguistica unita alla costante incursione nel mondo degli affetti. I suoi lavori sui propri genitori e sulle case in cui ha vissuto sono significativi in tal senso. Di recente la sua ricerca si rivolge al territorio inteso come spazio fisico e relazionale e alla rappresentazione dell'architettura. Nel 1999 ha vinto il SiFest sotto la direzione di Mario Cresci. Ha tenuto mostre personali e collettive in molte città italiane tra cui Roma, Milano, Venezia, Trieste, Genova, Bari, Palermo e all'estero, in Francia in cui è stato invitato a rappresentare una selezione di 25 fotografi italiani presso Arles e in Russia, presso la Central Exhibition Hall del Museo Manege di San Pietroburgo. Sempre in Russia ha tenuto numerose masterclass ed è stato per due volte consecutive tutor in un contest internazionale che ha visto entrambe le volte la vittoria di uno dei suoi studenti. Le sue fotografie fanne parte di collezioni pubbliche e private tra cui il Musée dell'Elysée di Losanna, la Fondazione Giacomo Costa di Genova, la collezione di Palazzo Vendemini a Savignano sul Rubicone, il Museo Pino Pascali di Polignano a Mare. Ha collaborato come artista a fianco della drammaturga di fama internazionale Sandra Noeth per la candidatura di Lecce 2019. Da qualche anno si occupa anche di editoria fotografia in qualità di photo editor e book designer. Ha all'attivo la cura di numerosi volumi tra cui "Almost Bari" di Mara Dani, "Sartorie" di Ida Chiatante, "Out" di Priscilla Tangari, "Confini/Borders" di Angela Capurso e "Mirrorless" di Carla Cantore.

 

QUANDO: Sabato 25 marzo 2017, ore 18.00 - Auditorium della Fondazione Paolo Grassi

 

 

 

Ultime notizie

Entro il 30/06/2018
Un logo per le Partecipate

La Fondazione Paolo Grassi è parte del “Sistema Regionale delle Arti e della Cultura", in cui rientrano soggetti di rilevante interesse artistico partecipati dalla Regione Puglia. Al fine di rafforzare la propria visibilità ed affermare l’identità di rete, le otto Fondazioni e Associazioni partecipate, attraverso il Teatro Pubblico Pugliese, hanno indetto un concorso per l’ideazione e la creazione di una brand identity in grado di rappresentarle unitariamente. In palio un premio pari a 3.000,00 €. Termine per la presentazione dei lavori: 30/06/2018. Tutti i dettagli nel bando. Leggi tutto...

19 e 26 giugno / 9 e 11 luglio 2018, ore 19.00 - Auditorium Fondazione Paolo Grassi
Le opere del 44° Festival nel linguaggio cinematografico

La 44ª edizione del Festival della Valle d’Itria avrà come fil rouge uno dei temi più potenti e complicati al mondo: l’Amore. Nell'ambito della rassegna "La fabbrica dello Spettatore" promossa e organizzata dalla Fondazione Paolo Grassi con l'intento di avvicinare il pubblico al Festival, quattro appuntamenti saranno dedicati alla visione di lungometraggi correlati alle opere in cartellone. Il programma, a cura della dott.ssa Angela Maria Centrone, non prevede trasposizioni, ma film d’autore ispirati al leitmotiv dell'Amore, allo scopo di proporre qualcosa di non convenzionale, ma che suggerisca una riflessione riguardo gli argomenti trattati nelle opere scelte per la 44ª edizione del Festival della Valle d’Itria. Leggi tutto...

8 giugno - 2 agosto 2018
La fabbrica dello Spettatore

Al via dall'8 giugno LA FABBRICA DELLO SPETTATORE, rassegna di incontri, film, concerti e conversazioni che la Fondazione Paolo Grassi ha costruito nell’obiettivo di approfondire i temi del 44° Festival della Valle d’Itria e di far crescere il suo pubblico. In programma numerosi appuntamenti tra giugno e agosto nella sede della Fondazione, ma anche fuori come, ad esempio, in fabbrica, in libreria, in biblioteca, nella Basilica di San Martino e presso la base del 16° Stormo, nell'ottica di costruire percorsi in direzione della 44ma edizione del Festival della Valle d'Itria. Leggi tutto...

Dal 30 agosto al 4 settembre 2018 - Sede della Fondazione Paolo Grassi
Masterclass Internazionale per violino e musica da camera con Aylen Pritchin

Dal 30 agosto al 4 settembre 2018 la Fondazione Paolo Grassi, con il sostegno della Regione Puglia, organizza una prestigiosa masterclass internazionale per violino e musica da camera dedicata a Gioconda De Vito, a cura di Aylen Pritchin, uno dei violinisti russi più interessanti e versatili della sua generazione. La Masterclass è rivolta a tutti gli studenti di conservatorio e scuole di musica e a musicisti professionisti senza limiti di età e di ogni nazionalità. È possibile partecipare anche in qualità di uditori. L’iscrizione ai corsi potrà essere effettuata entro e non oltre il 24 agosto. Ulteriori informazioni nel bando in allegato. Leggi tutto...

Mercoledì 18 luglio 2018, ore 18.00 - Auditorium della Fondazione Paolo Grassi
Les Images - Night on Earth

Mercoledì 18 luglio 2018 alle ore 18.00 l'Auditorium della Fondazione Paolo Grassi ospiterà in anteprima assoluta la presentazione del nuovo disco di Barbara Luisi (violino) e Alessandro Taverna (pianoforte), dal titolo "Les Images - Encore!”. Una raffinata selezione di nocturnes, berceuses e reveries per violino e pianoforte. Musica rara, se non addirittura dimenticata, di Faurè, Roslavets, Cyril Scott, Reger, Lilli Boulanger, Debussy, Pick-Mangiagalli e molti altri compositori più e meno noti. Nel corso della serata saranno eseguiti dal vivo alcuni dei brani contenuti nel disco e saranno esposte e videoproiettate fotografie di Barbara Luisi appartenenti alla collezione "Night on Earth". Leggi tutto...


La Fondazione Paolo Grassi ente esercente per 18APP e CARTA DEL DOCENTE

Hai 18 anni e desideri spendere il Bonus Cultura messo a disposizione dal MiBACT in corsi di musica e teatro o in attività di formazione culturale? Sei un docente di ruolo alla ricerca di attività di formazione e aggiornamento professionale sostenibili attraverso i voucher della Carta del Docente? Da oggi la Fondazione Paolo Grassi è ente accreditato sui portali 18APP e CARTA DEL DOCENTE. Scopri la nostra offerta educational dedicata ai giovani e ai docenti! Leggi tutto...

Agenda
<giugno 2018>
lunmarmergiovensabdom
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
2345678
Alta formazione musicale
ACCADEMIA DEL BELCANTO INTERNATIONAL MASTERCLASS
Social Network
Info Contatti
Fondazione Paolo Grassi
via Metastasio 20
74015 Martina Franca (TA)
Email: info@fondazionepaolograssi.it

Telefono: +39 0804306763

Soci Fondatori:
Newsletter